< RICERCA SPIRITUALE
10.09.2011 13:15 Età: 10 yrs

GENITORI-FIGLI


Maestro divino, parlami dei figli. Come deve comportarsi un genitore nei confronti dei propri figli?

“Non esistono i “propri” figli.

Esistono esseri che per volere del karma, tramite te, assumono un corpo, per poter fare esperienza su questa terra.

Non ti appartengono!

Non sono tuoi,  né di nessuno, Simone.

Non cercare di imporre loro le tue idee, la tua volontà e le tue aspettative.

Essi non dipendono da te.

Hanno un loro destino che li guida.

Hanno loro mete ed i mezzi per raggiungerle.

Mi chiedi cosa, tu,  genitore devi fare. Come devi comportarti con loro.

Sii come un contadino, Simone. Zappa la terra intorno, dai del buon concime, dai la giusta misura d’acqua e poi, succederà tutto ciò che deve succedere. Tu non c’entri nulla, Simone.

Nel piccolissimo seme che hai messo nella terra c’è già tutto. Che sia un noce o un ciliegio o un melo od altro ancora, nel piccolissimo seme c’è già ogni informazione che lo farà crescere sino a diventare un grande albero, pieno di frutti,  se questo è il suo destino.

Non puoi cambiare nulla, Simone. Un melo sarà un melo e produrrà delle mele. Tu non puoi con nessun intervento farlo diventare un ciliegio. Rispetta, Simone, i tuoi figli ed onora la vita in loro. Prendi esempio dal contadino. Lascia che la vita li conduca secondo il loro destino.

A quelle mete che loro stessi hanno già fissato, prima di nascere. Non opporti alla vita, Simone. Lasciati andare e fluisci con essa, ed arriverai là dove la vita ti porterà.


Dialoghi